Schermata 2022-04-20 alle 20.58.36.png

L'Hockey Piné perde 5-2 contro il Vinschgau
Non basta un buon secondo tempo ai trentini

_2022-2023_Social.png

Falsa partenza per l’Hockey Piné, che si arrende all’AHC Vinschgau Eisfix: 5-2 il risultato finale a favore dei venostani, capaci di trovare subito le reti che hanno canalizzato l’incontro sui binari giusti.
Nel primo tempo il Piné si fa prendere in contropiede a più riprese e i padroni di casa non restano certo a guardare. Dopo soli due minuti, la squadra di casa si porta in vantaggio con Linser Manuel, mentre il Piné non riesce a reagire e subisce la seconda rete dell’incontro al 4’ con la firma di Fuchs Jakob Elias. Il terzo gol dei locali è arrivato pochi secondi dopo lo scoccare del quarto d’ora di gioco con Schwienbacher Kristian.
Nel secondo tempo i trentini ritrovano coraggio e riaprono la partita: al 28’ Gobbetti Christian servito da Pertoldi Francesco, suona la carica e sigla il primo gol ospite, mentre tre minuti dopo Pertoldi Francesco su assist di Ciurletti Leonardo accende le speranze di rimonta. I pinetani, dunque, mettono alle corde il Vinschgau, dando i primi segnali di coesione del gruppo, alla ricerca di una nuova identità dopo le soddisfazioni della passata stagione. Nel terzo tempo, i gialloneri provano a cercare il pari, ma Andreas Pohl e Peter Mahlknecht chiudono i giochi.

Le parole di coach Andrea Valcanover

«Nel primo tempo abbiamo accusato un passivo di tre gol. Non abbiamo ancora i tempi e la velocità dell’esecuzione della manovra che richiede la partita e infatti siamo riusciti a combinare ben poco nel primo tempo. Nel secondo abbiamo recuperato, siamo entrati in partita e abbiamo realizzato due gol. Siamo andati vicini al pareggio e, dopo aver iniziato bene il terzo parziale, ci è mancato un po’ di fiato nella parte finale della partita e questo ha portato a subìre gli ultimi due gol. Come prima partita posso dirmi abbastanza soddisfatto, dobbiamo sicuramente allenarci per prepararci alle prossime e recuperare alcuni giocatori fondamentali. Per la sfida di sabato sono tornati a disposizione alcuni ragazzi che venivano da lunghi infortuni: non potevo pretendere che fossero al 100%, però più avanti, con l’arrivo di nuovi giocatori, cercheremo di preparare meglio i prossimi incontri».

 

---


Il campionato 2022-2023 inizierà nel segno delle novità. Sono 11 le squadre al via della nuova stagione, divise nei gironi Est e Ovest. Il primo è composto da Val Venosta, Gherdeina, Feltre, Cadore e Piné, mentre del secondo fanno parte Chiavenna, Real Torino, Old Boys, Aosta, nonché le novità Fanano e la seconda squadra del Valpellice. Nella prima fase le squadre giocheranno due match (andata e ritorno) contro le formazioni del proprio gruppo, poi sarà la volta del Master e del Qualification Round per definire la griglia dei playoff. La nuova stagione dell'Hockey Piné prende il via con una trasferta: contro l'AHC Vinschgau Eisfix, Daniele Colombini e compagni cercheranno di ripetersi dopo le soddisfazioni raccolte nella passata stagione, che si è conclusa in finale. Nel match dello scorso 9 aprile, infatti, i pinetani si sono dovuti arrendere all'HC Valpellice Bulldogs, atto finale di un percorso entusiasmante. L'obiettivo, quindi, è quello di ripetersi. I prossimi avversari, l'AHC Vinschgau Eisfix, tenteranno invece di riscattare l'esito amaro della seconda fase di regular season, che li ha visti perdere contro l'HC Valpellice Bulldogs: 4-3 e 3-0 (in Val venosta) i risultati a favore dei torinesi, poi vincitori del torneo.


A presentare la stagione ci pensa coach Andrea Valcanover: «Abbiamo iniziato lo scorso 23 agosto con la preparazione e devo dire che i ragazzi si sono allenati molto bene e sono consapevoli della loro forza. Sabato giocheremo la nostra prima partita mentre, dietro le quinte, abbiamo rafforzato la squadra con nuovi, giovani giocatori, che hanno voglia di mettersi in mostra in un campionato senior.  I nostri obiettivi? Vogliamo ripeterci, magari con un risultato finale diverso.
Il nostro primo focus, in realtà, è la Coppa Italia. Da quest'anno le migliori tre squadre dei due gironi della regular season potranno affrontare le dieci squadre di Serie B. Questa è una novità assoluta rispetto al passato e, per noi, è un obiettivo in più. Il secondo è quello di raggiungere nuovamente i playoff e una nuova finale. L'anno scorso abbiamo dovuto far fronte a qualche difficoltà legata al Covid, ma alla fine, anche se ci siamo trovati in pochi, abbiamo ottenuto il massimo possibile. Per questa stagione abbiamo completato il gruppo con qualche innesto giovane, quindi potremo contare su tre portieri, otto difensori e una quindicina di attaccanti. Sabato giocheremo la prima partita contro il Vinschgau e speriamo di cominciare bene, dato che l'anno scorso sono stati la nostra bestia nera: non abbiamo mai vinto contro di loro».


Parole che fanno eco a quanto spiegato dal team leader Paolo Ciurletti: «Le sensazioni sono buone, abbiamo ricostruito la squadra reduce dal secondo posto della passata stagione dopo un lungo lavoro con l'allenatore. Siamo contenti, abbiamo trovato gente giovane fortemente motivata a giocare con noi. In questi giorni stiamo ultimando la rosa, per ora posso dire che abbiamo un bel gruppo, il resto lo dirà il campo».