domenica 21 gennaio 2018
U13 Egna-Pinè, U11 Torneo di Auronzo, U9 torneo di Pergine

Qualche novità dall’Hc Piné, a partire dalla nostra portacolori Nadia Mattivi eletta miglior “giocatrice del torneo” e “miglior difensore” ai mondiali femminili U18 di Asiago, dove l’Italia si è classificata terza sconfiggendo la nazionale austriaca nella gara per il bronzo; al nostro 2004 Samuele che oggi ha segnato il suo primo gol nella U15 del Caldaro contro il Val Venosta, decisivo per la rimonta contro i padroni di casa e per il primo posto in classifica; segnaliamo inoltre la trasferta della nostra U7 per un’amichevole a Egna, con il primo gol di Federico e la crescita complessiva del gruppo.


.

U9 Torneo di Pergine.
Oggi la nostra U9 ha incontrato a Pergine i pari età di Val di Non, Fassa e Pergine nella quarta giornata dell’attività promozionale su ghiaccio del Trentino.
Non male il bilancio finale, con i nostri che si arrendono solo con i padroni di casa, partita peraltro ripetuta per divertimento e le nostre punte Emiliano ed Elias incontenibili.
Un grazie e arrivederci alle Linci.





.

U11 Torneo di Auronzo. E’ iniziata la seconda fase del torneo U11, con un calendario che di volta in volta vedrà dove e con chi giocare. Ed è così che ci ritroviamo in Cadore, nella bella Auronzo, con coach Simone che febbricitante, ha voluto “eroicamente” essere presente. La squadra questa volta è completa, siamo fiduciosi che sarà un bel torneo, ma invece, forse “empaticamente” condizionati dallo stato di salute del proprio mister, i nostri scendono sul ghiaccio impacciati e poco reattivi: contro Pieve di Cadore le cose vanno male; va un po’ meglio con il Tre cime di Auronzo, ma è ancora poco se vogliamo andare a sfidare le Civette, al momento stabilmente appollaiate in cima all’albero con quindici rami.
Prossimo appuntamento domenica 28 gennaio a Trento.


.

U13 Egna Pinè 7-0 (3-0; 3-0; 1-0). Sabato 13 il Piné si è recato alla Wurt Arena di Egna per incontrare lo Juniorteam Egna-Ora.
Sulla partita c’è poco da dire, se non che i padroni di casa hanno mostrato probabilmente il miglior gioco fin qui visto, con frequenti e precisi passaggi e grande affiatamento tra i giocatori, quasi tutti 2005, dove le individualità sono emerse assai raramente sul gruppo. Pur con un roster corto e mediamente più giovane, il Piné non ha comunque demeritato.
Prossimo appuntamento sabato a Piné contro Pergine.
(GC)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.