domenica 4 novembre 2018
Campionato IHL Prima Divisione

HC Piné – AHC Toblach Dobbiaco Icebeers 1 : 7 (1:2,0:3,0:2). Giornata difficile per i nostri, quella che si è consumata giovedì scorso all’Ice Rink Piné, nel turno festivo del primo di novembre. Un Dobbiaco fatto di tanto Val Pusteria, raccoglie una vittoria indiscutibile, maturata soprattutto nella seconda frazione di gioco, quando maggiormente i nostri fanno fatica ad organizzarsi, forse anche a causa di un roster che cambia ad ogni partita.
Infatti, se da una parte gli Icebeers, reduci dal campionato austriaco, mostrano di conoscersi a memoria e creano con facilità la superiorità numerica in attacco, i nostri si portano in avanti con maggior sforzo, andando a tiro con meno efficacia, come dimostra il conteggio degli shots che a fine incontro è quasi equivalente per le due formazioni.
Nel terzo tempo finalmente c’è spazio anche per Gianluca Colombini che si fa trovare pronto, uscendo imbattuto dal ghiaccio: a fine partita capitan Valer rovescia come sempre le porte sul ghiaccio, tributando un involontario shutout al nostro goalie.

.

HC Piné – HCB Foxes Academy 6 : 5 (2:1,1:1,3:3). Si potrebbe dire che la vittoria con i Foxes matura nel primo tempo, alla luce dei pareggi nelle frazioni successive, ma abbiamo imparato che è la seconda frazione il tallone d’Achille delle Tigri: questa volta i nostri serrano il pugnale tra i denti e con Valer mantengono il vantaggio maturato nel primo tempo grazie alle reti di Bertoldi e Decarli.

Rispetto alla partita di Bolzano, la prima giornata di ritorno, vede un Piné rinnovato, con Brezzi, Lauton e Krasnaj a dare manforte in tutti i reparti, mentre in biancorosso vi è molta U19 dell’Accademy. In tribuna il pubblico delle grandi occasioni: il blocco dei tifosi bolzanini accanto a molti giovani, attirati sia dal prezzo promozionale della birra a 1.50 € che dallo spettacolo sul ghiaccio che in questa sfida non è certo mancato, specialmente nel terzo tempo.

E dunque, gettati i dischi sul ghiaccio e assegnati i premi offerti dai nostri sponsor, si riparte. A metà frazione il Bolzano si porta in vantaggio con rapida azione sottoporta approfittando della superiorità numerica. Sembra finita, ma ripristinati i numeri, il Pinè riparte con Brezzi che imposta l’azione da cui nasce il pareggio di Valer. A tre minuti alla fine, già si pensa all’over time, quando i nostri vanno di nuovo sotto per troppi uomini in campo. I bolzanini preparano il colpo del KO, ma un minuto dopo commettono lo stesso nostro errore: troppi giocatori in campo, la panchina biancorossa si infiamma, succede il finimondo e alla fine tre giocatori ospiti finiscono in panca puniti. Ora tocca al Piné il colpo di grazia che arriva a un minuto dalla fine con Bertoldi.

Vittoria meritata, se non altro per la maggior correttezza e maturità dimostrata dai nostri. Prossimo appuntamento venerdì in Val Venosta ed il 23 novembre di nuovo in casa contro il forte Vipiteno C.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.