domenica 9 aprile 2017
U 12 Torneo a Innsbruck , U10 Torneo a Rosenheim

Weekend di fine marzo ricchissimo di tornei, nel nord Italia come nel resto d’Europa, ultima occasione per salutare l’inverno che se ne va prima del sopraggiungere della bella stagione che si sta facendo strada con prepotenza, determinando come ogni anno, l'ineluttabile sconfitta del ghiaccio.

Chiusa la stagione U8 con il Torneo del cucciolo i nostri ragazzini più grandi si sono recati oltralpe per regalarsi emozioni continentali. La U12, già venerdì è partita per Innsbruck per partecipare all' “Icehockey Spring Tournament Innsbruck Tyrol”, prestigiosa manifestazione organizzata nell’Arena olimpica dal Club di casa. La fase preliminare ha visto i partecipanti distribuiti su tre gironi di quattro squadre ciascuno, a seguire la fase finale con scontri diretti tra la varie piazzate di ogni girone. Il Pinè disponeva di tre linee complete, in questo caso con l’aiuto di alcuni atleti del Vipiteno. Venerdì sera partita d’esordio con lo Stoccarda, vinta con risultato ampio, ma non c’era da illudersi e infatti alle nove di sera incontriamo i ben organizzati giocatori del Peiting, società della Oberliga bavarese che progressivamente fiaccano i nostri sforzi offensivi e quindi le nostre difese. L’indomani non va meglio con i Black Wing Linz (4-0), società che milita in Ebel (serie A austriaca) che in inverno abbiamo visto al Palaonda soccombere contro Bolzano in rimonta. In ogni caso i nostri escono a testa alta dall’incontro con una delle due finaliste.
In serata prima partita della fase finale, il Merano sulla carta è alla nostra portata, ma le Aquile si dimostrano tenaci fino alla fine recuperando da 4-1 a 4-3. La sirena finale toglie ogni ansia e rende ancora più sentita la gioia sugli spalti, al termine del match tutto italiano. Domenica mattina alle otto ultima partita, contro Bayreuth, altro club bavarese, proveniente dalla città famosa per il festival musicale dedicato a Richard Wagner. I nostri tengono la partita sull’uno pari per parecchio, poi troppe occasioni si infrangono contro i rocciosi difensori tedeschi, mentre loro ci puniscono in contropiede. Termina così la nostra avventura tirolese; nel pomeriggio Monaco fa sua la finale come da copione e dopo la cerimonia di chiusura tutti a casa a rimettersi in forze. Grazie a coach Fulvio assistito da Monica e Manuela, a Gianpietro, Lorena e Donatella per il supporto logistico e agli amici di Vipiteno per l’aiuto.

Così finisce la stagione della nostra U12, mentre contemporaneamente al Palasmeraldo di Fondo il Cortina-Pieve fa suo il titolo di campione Trentino-Veneto vincendo contro Trento, sul podio anche Asiago. Un risultato per certi versi prevedibile, per quanto si è visto specialmente nella prima fase del campionato, complimenti a tutti!

Infine, sempre nel fine settimana di marzo, a Rosenheim, in Baviera, alcuni tigrotti della U10 hanno dato manforte al Vipiteno che anche quest’anno ha partecipato alla “Hilger Cup” giunta alla sua ventiquattresima edizione. Dopo un girone eliminatorio non proprio brillante contro München, Ingolstadt, Füssen e Landshut, i Broncos Junior hanno fatto meglio nel secondo giorno, negli incontri con Augsburg e Salisburgo.
Anche in questo caso esperienza di tutto rispetto in un ambiente dove si respira hockey ai massimi livelli.

Nel weekend di cui sopra cadeva anche il primo di aprile. Proprio in concomitanza di tale data è stata diffusa la notizia di un grosso problema alla piastra del ghiaccio di Pinè, con conseguente blocco dei lavori per la posa delle nuove balaustre, attese tra l'altro da alcuni anni. Si trattava però di un ben riuscito pesce d'aprile, dato che la ditta Engo già nei prossimi giorni sarà a Miola per montare il tutto!
(GC)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,609 sec.